Nicholas Sparks

Nicholas Sparks, nato a Omaha, in Nebraska, il 31 dicembre 1965, è uno scrittore statunitense. nicholas-sparks

Dopo aver studiato al Bella Vista High School, per meriti sportivi ha ottenuto una borsa di studio alla University of Notre Dame. Si è laureato con lode nel 1988. Nel 1989 si è sposato con Cathy Cote, trasferendosi a New Bern, in North Carolina. Lì ha iniziato a scrivere i suoi romazi e dove vive ancora oggi. Nel febbraio 2015, ha annunciato la separazione da sua moglie Cathy.

Scrive il suo primo romanzo, nel 1985 quando era ancora studente. Il titolo è The prassing e non è mai stato pubblicato. Nel 1990 pubblica il suo primo libro Il bambino che imparò a colorare il buioscritto insieme a Billy Mills. Nel 1992 si trasferisce per un periodo a Washington, dove inizia a scrivere Le pagine della nostra vita (The notebook). Il libro viene pubblicato nel 1996 e ottiene subito un notevole successo, raggiungendo il primo posto nel Best seller list del New York Times. Diventando noto, fa ritorno a New Bern. Da allora ha scritto numerosi best seller, molti dei quali sono diventati dei film di successo. Di seguito, potete trovare elencati tutti i libri che ha scritto:

  1. Le pagine della nostra vita (The Notebook) – 1996. Esce l’adattamento cinematografico nel 2005 con protagonisti Ryan Gosling e Rachel McAdams.
  2. Le parole che non ti ho detto (Message in a bottle) – 1998. Esce l’adattamento cinematografico nel 1999 con protagonisti Kevin Costner e Robin Wright Penn.
  3. I passi dell’amore (A walk to remember) – 1999. Esce l’adattamento cinematografico nel 2002 con protagonisti Shane West e Mandy Moore. Dana, sorella di Nicholas Sparks, è stata la fonte principale d’ispirazione per il personaggio di Jamie Sullivan.
  4. Un cuore in silenzio (The Rescue) – 2000.
  5. Un segreto nel cuore (A Bend in the Road) – 2001.
  6. Come un uragano (Nights in Rodanthe) – 2002. Esce l’adattamento cinematografico nel 2008 con protagonisti Richard Gere e Diane Lane.
  7. Quando ho aperto gli occhi (The Guardian) – 2003.
  8. Come la prima volta (The Wedding) – 2003.
  9. Tre settimane, un mondo (Three weeks with my brother) – 2004.
  10. Il posto che cercavo (True believer) – 2005.
  11. Ogni giorno della mia vita (At first sight) – 2005.
  12. Ricordati di guardare la luna (Dear John) – 2006. Esce l’adattamento cinematografico nel 2010 con protagonisti Channing Tatum e Amanda Seyfried.
  13. La scelta (The choise) – 2007. È in produzione l’adattamento cinematografico.
  14. Ho cercato il tuo nome (The lucky one) – 2009. Esce l’adattamento cinematografico nel 2012 con protagonisti Zac Efron e Taylor Schilling.
  15. L’ultima canzone (The last song) – 2009. Esce l’adattamento cinematografico nel 2010 con protagonisti Miley Cyrus e Liam Hemsworth.
  16. Vicino a te non ho paura (Safe Haven) – 2011. Esce l’adattamento cinematografico nel 2013 con protagonisti Julianne Hough e Josh Duhamel.
  17. Il meglio di me (The best of me) – 2012. Esce l’adattamento cinematografico nel 2014 con protagonisti Michelle Monaghan e James Marsden.
  18. La risposta è nelle stelle (The longest ride) – 2013. Esce l’adattamento cinematografico nel 2015 con protagonisti Scott Eastwood e Britt Robertson.
  19. Le parole dell’amore (The words of love) – 2014.
  20. Nei tuoi occhi (See me) – 2016.

LE PAGINE DELLA NOSTRA VITA

  • Non sono nulla di speciale, su questo punto non ho dubbi,un uomo come tanti che la pensa come tanti e ha vissuto come tanti. Non mi hanno dedicato monumenti e il mio nome sarà presto dimenticato, ma ho amato qualcuno con tutto il cuore e con tutta la mia anima, e lo considero un dono che mi ha colmato.
  • Non so mai nulla in anticipo, e nel più profondo di me so che non importa. È la possibilità, non la garanzia, quel che mi fa andare avanti. Una specie di scommessa da parte mia. E chiamatemi pure pazzo o sognatore o quel che vi pare, io credo che tutto sia possibile.
  • Eppure si era innamorato una volta, e lo sapeva. Una volta sola e tanto tempo addietro, e quell’esperienza l’aveva cambiato per sempre. Il perfetto amore può agire così su una persona, ed era stato un amore perfetto.
  • Mio padre mi diceva che quando ti innamori per la prima volta, la tua vita cambia per sempre, e per quanto tu ti sforzi di liberartene, quella sensazione non ti lascia più.
  • Forse sto ancora cercando un amore come quello che ci fu tra noi.
  • I poeti spesso descrivono l’amore come un’emozione incontrollabile, che cancella la logica e il buon senso. È accaduto anche a me. Non avevo previsto di innamorarti di me. Ma quando ci incontrammo, fu subito evidente che nessuno di noi due avrebbe potuto controllare quanto ci stava accadendo. Ci innamorammo nonostante le nostre differenze, e nacque tra noi qualcosa di raro e di stupendo. Secondo me, un amore così è unico nella vita, ecco perché ogni minuto passato assieme è sigillato nella mia memoria. Non me ne dimenticherò.
  • Seguivo con lo sguardo l’evolversi del tramonto con i suoi mille colori cangianti, e pensavo al breve, decisivo momento in cui il giorno cede improvvisamente alla notte. Il crepuscolo, pensai, allora, è solo un’illusione, perché il sole è sempre o sopra o sotto la linea dell’orizzonte. Ciò significa che il giorno e la notte sono legati come poche altre cose al mondo, non possono esistere insieme. Come ci si può sentire quando si è sempre uniti e sempre divisi?
  • Ci è voluta una vita per impararlo. Sembra che solo i vecchi siano capaci di essere felici anche quando stanno l’uno accanto all’altro senza dir nulla. I giovani invece, vivaci e impazienti, devono sempre rompere il silenzio. Uno spreco perché il silenzio è puro. Il silenzio è sacro. Unisce le persone perché solo chi si sente a proprio agio in compagnia di un altro può fare a meno di parlare.

LE PAROLE CHE NON TI HO DETTO

  • È nella natura umana. Chi si scotta una volta diventa cauto.
  • So che, per qualche motivo, ogni passo che ho fatto da quando ho imparato a camminare era un passo verso di te.
  • L’amore vero è una rarità, ed è l’unica cosa che dia un senso alla vita.

IL POSTO CHE CERCAVO

  • Ogni articolo di quelle riviste sembrava ribadire che dipendeva esclusivamente dalla donna mantenere acceso il fuoco di una relazione sentimentale. Ma una relazione non doveva essere appunto tale? Non doveva basarsi sul’impegno di entrambi i partner a soddisfarsi a vicenda?
  • Un buon matrimonio, come qualsiasi rapporto a due, significava subordinare le proprie necessità a quelle dell’altro, sapendo che la cosa era reciproca. E finché i due tenevano fede alla propria parte del patto, tutto filava liscio.
  • Sarebbe bello, pensò, ma… Ecco qual era il punto. Il ma. C’era sempre un ma. La vita aveva la perfida tendenza a rendere sempre più rare le opportunità di viaggiare. Per la maggior parte della gente non erano realizzabili.
  • È come… leggere un nuovo libro, quando voltando pagina trovi sempre vicende inaspettate.
  • Perché le donne sono un mistero soggettivo, non oggettivo. Non puoi misurare niente di loro scientificamente, anche se esistono determinate differenze genetiche tra i sessi. Le donne risultano misteriose agli uomini solo perché non si rendono conto che hanno un modo diverso di affrontare la realtà.
  • Gli occhi spesso tradiscono un uomo, perché gli occhi dicono sempre la verità.
  • Ti sto ascoltando. Ho appena sentito le cose che non hai detto.
  • Sebbene si basasse sul buonsenso e non su prove scientifiche, il suo ragionamento che l’amore vero non pteva nascere in un paio di giorni era impeccabile. L’amore poteva mettersi in moto rapidamente, ma il vero amore aveva bisogno di tempo per crescere e consolidarsi. L’amore era, prima di tutto, dedizione e sacrificio e la convinzione che gli anni trascorsi con una data persona producessero qualcosa di più grande dei risultati che i due potevano ottenere separatamente. Soltanto il tempo, tuttavia, poteva dimostrare se la scelta era stata azzeccata. Il desiderio, al contrario, poteva accendersi in maniera quasi istatanea.
  • Aveva avuto bisogno di credere in quelle cose per molto tempo, semplicemente perché si era sentita spesso sola.
  • Quella sua nuova consapevolezza l’aveva portata ad abbracciare l’idea che la maturità significasse valutare i rischi molto prima di pensare alla ricompensa, tanti nell’evitare gli errori quanto nel lasciare il proprio segno nel mondo.
  • Ma una vita priva di rischi non era una vita vera e, se voleva cambiare, tanto valeva cominciare subito.
  • Quando due persone si volevano bene, trovavano sempre una soluzione.
  • Non si rendeva conto che non le interessava il successo o il denaro? Che non l’appassionavano lo shopping, né il teatro, né ci teneva a comprare cibo thailadese nel cuore della notte? La vita non era fatta di quelle cose. La vita era passare del tempo insieme, avere il tempo di passeggiare tenendosi per mano, di conservare in pace guardando il tramonto.

L’ULTIMA CANZONE

  • Tutto quello che poteva dire con certezza di questi tempi era che si sentiva una persona comune in un mondo che amava ciò che era fuori dal comune e questa consapevolezza gli lasciava una vaga sensazione per la  vita che aveva condotto. Ma che poteva farci?
  • Avrebbe voluto andare dovunque, piuttosto che restare lì.
  • La vita, ora lo capiva, assomigliava a una canzone. Al principio c’è il mistero, al termine la conferma, ma nel mezzo ci sono le emozioni che arricchiscono l’intera esperienza.

VICINO A TE NON HO PAURA

  • A parte il caffè, la lettura era il suo unico vizio.
  • Ognuno di noi ha un passato, però il passato è semplicemente questo… tutto ciò che ti lasci alle spalle. Può servirti per imparare qualcosa, ma non puoi cambiarlo.
  • «Non è il genere di vita che mi ero immaginata…»                                                                                                     «Credo che nessuno finisca per vivere la vita che si è immaginato. Possiamo solo cercare di fare del nostro meglio. Persino quando sembra impossibile.

Piaciuto l'articolo? Condividilo!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: