Annunci

Amore infinito per i mercatini #1

Ciao a tutti lettori e lettrici di Leggere ti salva. Ieri sono stata a Roma e ho fatto tappa in due mercatini dell’usato e questo è stato il risultato 🙂

67085_797503263714778_6066935024546793107_n

Ho trovato anche dei libri che erano nella mia wishlist da molto tempo! Ne avete letto qualcuno?

Partiamo subito con le trame:

ANNA PREMOLI – COME INCIAMPARE NEL PRINCIPE AZZURRO

Quale ragazza non sogna di sfondare nel proprio lavoro sfruttando la possibilità di trascorrere un anno all’estero? È proprio questa la grande opportunità che un giorno si presenta a Maddison: ma l’inaspettata promozione arriva sotto forma di un trasferimento dall’altra parte del mondo, in Corea del Sud! Maddison, però, è solo all’apparenza una donna in carriera. In realtà è molto meno motivata delle sue colleghe e per nulla attratta dall’idea di stravolgere la sua vita. Come è possibile che abbiano pensato proprio a lei, che del defilarsi ha fatto sempre un’arte, che ha il terrore delle novità e di mettersi alla prova? Una volta arrivata in Corea, il suo capo, occhi a mandorla e passaporto americano, non le rende affatto facile adattarsi al nuovo ambiente. Cataputata in un mondo inizialmente ostile, di cui non conosce nulla, di cui detesta le abitudini alimentari e non solo, Maddison si vedrà costretta a tirar fuori le unghie e a crescere una volta per tutte. E non è detto che sulla sua strada non si trovi a inciampare in qualcosa di bello e del tutto imprevisto!

ANGELA MARSONS – URLA NEL SILENZIO

Cinque persone si trovano intorno a una fossa. A turno, ognuna di loro è costretta a scavare per dare sepoltura a un cadavere. Ma si tratta di una buca piccola: il corpo non è quello di un adulto. Una vita innocente è stata sacrificata per siglare un oscuro patto di sangue. E il segreto che lega i presenti è destinato a essere sepolto sottoterra. Anni dopo, la direttrice di una scuola viene brutalmente assassinata: è solo il primo di una serie di agghiaccianti delitti che terrorizzano la regione della Black Country, in Inghilterra. Il compito di seguire e fermare questa orribile scia di sangue viene affidato alla detective Kim Stone. Quando però nel corso delle indagini tornano alla luce anche i resti di un altro corpo sepolto molto tempo prima, Kim capisce che le radici del male vanno cercate nel passato e che per fermare il killer una volta per tutte dovrà confrontarsi con i propri demoni personali, che ha tenuti rinchiusi a lungo…

BRIAN MCGILLOWAY – NON PARLARE

Derry, Irlanda del Nord. Una notte una bambina viene ritrovata mentre vaga nel fitto bosco innevato. Nonostante il gelo, indossa solo un pigiama con su scritto un nome, Alice, e ha del sangue addosso, ma non è il suo. Difficile capire chi sia e da dove provenga, perché “Alice” non sa o non vuole parlare. L′unica persona di cui sembra fidarsi è la giovane detective che l′ha salvata, Lucy Black. Mentre cerca di identificare la bambina, a poco a poco la detective Black inizia a sospettare che ciò che è accaduto alla piccola Alice abbia a che fare con un altro caso che sta tenendo con il fiato sospeso l′intera città: il rapimento di Kate McLaughlin, la figlia di un noto imprenditore locale. E quando, all’improvviso e senza apparente spiegazione, la detective viene estromessa dalla squadra che indaga sul caso di Kate, i suoi sospetti si fanno sempre più forti. La verità è nascosta in fondo agli occhi pieni di terrore di Alice, e la chiave di tutto potrebbero essere alcuni tragici eventi della recente storia dell′Irlanda, gli stessi che hanno segnato l′infanzia di Lucy… Un thriller intenso e agghiacciante sulla corruzione, la violenza, l′avidità umana e l′amore incondizionato di un padre per la propria figlia.

BLANCA BUSQUETS – L′ULTIMA NEVE DI PRIMAVERA

«Non lasciarti scappare la vita.» Tònia non riesce a togliersi dalla testa questa frase, mentre scrive a lume di candela, di notte, terminati i mille lavori di casa. Scrive per confidare ai fogli sparsi cosa le è toccato in sorte, con un marito che – come capita a tutte le ragazze di quel paesino sui monti della Catalogna – non si è certo scelta lei, ed è già fortunata se non è violento. Così come è fortunata a saper leggere, per l′epoca e il luogo in cui vive. Sulla carta libera pensieri cui altrimenti non potrebbe dar voce, emozioni che cerca di soffocare perché non sta bene, perché non si fa. Perché è una donna. 

Lali è nata con un libro sotto il braccio. Divora pagine una dietro l′altra: porte di mondi magici che le offrono un rifugio dalla realtà, quella in cui Lali, vittima dei dispetti delle compagne di scuola, si chiude in un mutismo pieno di paura. Cose da bambini, minimizzano i grandi, ma che possono segnarti per tutta la vita.

A distanza di un secolo l′una dall′altra, Tònia e Lali sono unite da un filo invisibile che pian piano prenderà corpo: ha i colori di un misterioso dipinto che solo loro sembrano in grado di interpretare, la magia di un fascio di carte messe in salvo da un incendio e poi svanite chissà dove, la forza di una passione irrefrenabile, per i libri e le parole. E sarà il bisogno di scrivere, pari solo a quello di respirare, che aiuterà entrambe a trovare il proprio posto nel mondo.

C. S. LEWIS – LE CRONACHE DI NARNIA

Viaggi fino alla fine del mondo, creature fantastiche, epiche battaglie tra il bene e il male: cosa avrebbe potuto aspettarsi di più un lettore? Scritto nel 1949 da C. S. Lewis, Il leone, la strega e l’armadio inaugurò la serie dei sette volumi che sarebbero divenuti celebri come “Le cronache di Narnia”. Un capolavoro che trascende il genere fantasy, ormai conosciuto tra i classici della letteratura inglese del Novecento. C. S. Lewis lo scrisse con la dichiarata intenzione di rivolgersi ai bambini, ma non solo a loro. Era convinto, infatti, che “un libro non merita di essere letto a dieci anni se non merita di essere letto anche a cinquanta”. E questi splendidi romanzi fantastici conquistano davvero lettori di ogni età con la loro incredibile girandola di personaggi (fauni, ninfee, streghe, animali parlanti, eroici guerrieri), per il ritmo incalzante dell’avventura, ma anche per l’insolito spessore che tradisce l’immensa cultura di un autentico scrittore, noto medievalista dell’Università di Oxford, capace di attingere dalla vasta letteratura inglese quanto dalle allegorie dantesche.

CECELIA AHERN – UN POSTO CHIAMATO QUI

Da bambina Sandy Shortt era la più alta della classe. Tanto alta che la sua compagna Jenny-May Butler la prendeva in giro chiamandola “Pippi gambe lunghe” o “smilza schifosa”. Quante volte Sandy ha desiderato che quell’antipatica sparisse dalla faccia della terra! Ed ecco che un giorno la sua preghiera viene esaudita: Jenny-May sembra essersi dissolta. Non si trova più. Non si sa se sia morta o se sia stata rapita. Da allora, oltre al senso di colpa che la tormenta, Sandy sviluppa l’ossessione di perdere le cose, ed è per questo che attacca etichette con il proprio nome su tutto ciò che le appartiene, angosciando i genitori che, non sapendo più come arginare il suo comportamento compulsivo, l’affidano allo psicologo della scuola.

Giovane, bello e affascinante, Gregory Burton prende a cuore il caso dell’adolescente allampanata il cui unico scopo è cercare freneticamente gli oggetti che scompaiono. Un’ossessione, questa, che nel corso degli anni isolerà Sandy dagli affetti, da Gregory – che ormai non veste più i panni di un terapeuta, ma di un uomo innamorato -, in perenne fuga da se stessa e da relazioni stabili. Un’ossessione che, diventata adulta, la indurrà a scegliere di dedicarsi per professione alla ricerca di persone scomparse. Ed è proprio lei, come ultima spiaggia, che si rivolge Jack Rattle: il fratello Donal ha fatto perdere le proprie tracce, e la polizia, dopo un anno di inconcludenti indagini, è costretta a gettare la spugna: Donal è letteralmente svanito nel nulla. Jack e Sandy fissano un appuntamento per vedersi e parlare. Appuntamento al quale Sandy non si presenterà mai. Le sarà successa una disgrazia? Si chiede uno stupido e allarmato Jack. No. Sandy, spinta dalla curiosità e dalla mente indagatrice, ha imboccato un sentiero poco tracciato in un bosco sconosciuto, e si è ritrovata in un luogo magico e reale al tempo stesse. Un posto chiamato Qui, dove finiscono tutte le cose e le persone smarrite, tutte le sensazioni, le voci, i suoni e gli odori che sono stati dimenticati. Un mondo parallelo dove Sandy ritrova i propri oggetti perduti e le persone che ha cercato per tutta la vita, dimenticando di cercare se stessa. E ora, lontana dai propri cari e dalla casa da cui per tanti anni è fuggita, Sandy vuole disperatamente una sola cosa: escogitare il modo per tornare indietro. Per la prima volta in vita sua è lei che vuole essere trovata…

DIANE CHAMBERLAIN – COME PAROLE AL VENTO

Noelle, Emerson e Tara sono tre donne molto diverse, ma amiche inseparabili da più di vent’anni. Hanno condiviso gioie e dolori, sostenendosi a vicenda nei momenti bui. Credono di sapere tutti l’una dell’altra. Ma quando Noelle, eccentrica levatrice, si toglie la vita senza aver mai dato il minimo segno di disagio, Emerson e Tara si rendono conto che, dopotutto, non la conoscevano affatto. Questo gesto apparentemente inspiegabile, altro non è che il risultato di un errore lontano. E a mano a mano che cercano di mettere insieme i tasselli della vita dell’amica, emergono verità che sconvolgeranno la loro esistenza.

EDITH BRUCK – IL SOGNO PROIBITO

Tra Sara e il giovane medico Matteo l’amore è nato al primo incontro. La coppia senza figli – lui, con il suo egocentrismo, vuole la moglie tutta per sé – vive in armonia e reciproco rispetto, con qualche episodio di gelosia di Sara verso il bel marito pieno di vitalità e di fascino. Gli anni scorrono veloci e sereni, ma un mattino all’improvviso, mentre si avvia al lavoro, Matteo sulla soglia pronuncia una frase: «Presto sarò padre». Lì per lì a Sara, ancora in dormiveglia, quello che ha udito – o sognato? – non sembra verosimile. È un incubo? No. Quelle parole sono state pronunciate, e per Sara comincia un calvario di scontri e confronti con il marito che teme la verità ma confessa: la madre di sua figlia (ma sarà proprio sua?) è una giovane palestinese di nome Layla. Un doppio shock colpisce Sara, cresciuta nell’amore e nel passato-presente di una madre ebrea sopravvissuta allaShoà e di un padre di famiglia cattolica. Ma lei non soccombe, e reagisce intraprendendo una missione di pace verso la bella musulmana che la vede con ostilità, pensando alla propria terra occupata dagli ebrei. Rappresentando solo sé stessa e il proprio pacifismo, Sara cerca il dialogo fino a smorzare la rivalità. Per lei la bambina, di chiunque sia, dovrebbe crescere senza odi, nella religione dell’amore universale, ma nel loro microcosmo dove fermenta la speranza entra una mano nemica: il vicino Oriente è di nuovo percorso da scontri feroci e sulla primavera araba si addensano le nuvole.

EMMA CHASE – NON CERCARMI MAI PIÙ

Drew Evans è bello e arrogante, fa affari multimilionari nella società di famiglia e seduce le donne più belle di New York con un semplice sorriso. Allora perché è stato per sette giorni con le imposte chiuse nel suo appartamento, triste e depresso? Lui risponderebbe per via dell’influenza. Ma noi sappiamo che non è proprio la verità.

Katherine Brooks è brillante, bella e ambiziosa. Quando Kate viene assunta come nuova associata presso l’impresa di investimento bancario del padre di Drew, il focoso playboy entra in tilt. La competizione professionale che si stabilisce tra i due mette in crisi Drew, l’attrazione per lei è fonte di distrazione e soprattutto portarsela a letto sembra una missione impossibile.

Non cercarmi mai più è il racconto privato, scandaloso e spiritosissimo di un casanova impenitente. Ma, mentre racconta la sua storia, Drew capisce finalmente che l’unica cosa che non aveva mai voluto nella vita, è l’unica di cui adesso non può fare a meno.

FULVIO ERVAS – SE TI ABBRACCIO NON AVER PAURA

Il verdetto di un medico ha ribaltato il mondo. La malattia di Andrea è un uragano, sette tifoni. L’autismo l’ha fatto prigioniero e Franco è diventato un cavaliere che combatte per suo figlio. Un cavaliere che non si arrende e continua a sognare. Per anni hanno viaggiato inseguendo terapie: tradizionali sperimentali, spirituali. Adesso partono per un viaggio diverso, senza bussola e senza meta. Insieme, padre e figlio, uniti nel tempo sospeso della strada. Tagliano l’America in moto, si perdono nelle foreste del Guatemala. Per tre mesi la normalità è abolita, e non si sa più chi è diverso. Per tre mesi è Andrea a insegnare a suo padre ad abbandonarsi alla vita. Andre che accarezza coccodrilli, abbraccia cameriere e sciamani. E semina pezzetti di carta lungo il tragitto, tenero Pollicino che prepara il ritorno mentre suo padre vorrebbe rimanere in viaggio per sempre.

Se ti abbraccio non aver paura è un’avventura grandiosa, difficile, imprevedibile. Come Andrea. Una storia vera.

GREG MORTESON/DAVID OLIVER RELIN – TRE TAZZE DI TÈ

Quando Greg Morteson, americano con la passione della montagna, arriva nella regione del Karakoram, in Pakistan, deciso a scale il K2, non può immaginare ciò che il destino ha davvero in serbo per lui. Ad attenderlo in quelle terre remote e scoscese c’è un’impresa ben più ambiziosa che conquistare la seconda vetta più alta del mondo: un’impresa che cambierà la sua vita e quella di migliaia di altre persone. Smarritosi sul ghiacciaio Baltoro, solo e ormai rassegnato a tornare sui propri passi, Morteson riesce a stento a raggiungere lo sperduto villaggio di Korphe. Dopo sette settimane, di nuovo in forze grazie alle cure degli abitanti, lo scalatore riparte, promettendo però di tornare: per sdebitarsi, costruirà nel villaggio una scuola, la prima che Korphe abbia mai avuto. Tre tazze di tè è la storia vera, emozionante e avventurosa, di quella promessa, e dell’uomo che per mantenerla ha accettato di giocarsi tutto – il lavoro, gli amici, persino la casa. Arrivando a dormire per mesi sul sedile della sua macchina e sfidando, senza appoggi né paura, l’ostilità di quanti nel suo sogno vedevano solo una minaccia. Osteggiato in patri per l’ostinazione a istruire “futuri terroristi”; catturato e poi rilasciato da un gruppo di talebani disarmati dal suo coraggio e dal suo carisma, Morteson di scuole ha finito per costruirne cinquantacinque, in Pakistan e Afghanistan, per un totale di oltre trentamila bambini e bambine. Dimostrando al mondo, se mai ce ne fosse stato bisogno, che la guerra alla violenza e al terrore non si combatte con le bombe, ma con le parole e con la partecipazione.

ISABEL WOLFF – COLAZIONE DA TIFFANY TROTT

Tiffany Trott ha trentasette anni, è carina, disponibile e simpatica. La sua vita sentimentale, però, è un vero disastro. Almeno fino a ora… Già, perché adesso ha deciso di cambiare metodo, e per trovare l’Uomo Giusto è disposta a tutto, o quasi. Desolanti appuntamenti al buio, annunci personali, agenzie matrimoniali e disastrose vacanze al Club Med: Tiffany non si risparmia niente pur di trovare un adone amante del tennis e nemico del golf. E la missione sembrerebbe anche possibile, ma osservando le amiche sposate alle prese con i mariti e figli, Tiffany finisce col chiedersi se il matrimonio con tutti gli annessi e connessi sia proprio ciò che desidera…

CONTINUA…

Annunci
Piaciuto l'articolo? Condividilo!

7 Replies on “Amore infinito per i mercatini #1

    1. È una catena, si chiama Mercatino. Questi due dove sono andata io si trovano a: Montemario via Trionfale 8004 e Montesacro via Matteo Bandello 13
      Se riesci, facci un salto! Ci sono tantissimi libri *.*

Rispondi a leggeretisalva Annulla risposta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: