Annunci

[LIBRI, FILM & SERIE TV] American Sniper e il suo adattamento cinematografico

Buon pomeriggio lettrici e lettori, eccoci con una nuova puntata della rubrica del martedì, Libri, film & serie tv. Oggi vi parlo di American Sniper, autobiografia di Chris Kyle, il cecchino più letale della storia militare degli Stati Uniti D’America. Vi aspetto nei commenti, così possiamo discuterne insieme.

Prodotto nel 2014 e diretto da Clint Eastwood, il film è interpretato da un favoloso Bradley Cooper, nei panni del protagonista, e da una splendida Sienna Miller, nei panni della moglie Taya.

In questa autobiografia (di lato la copertina del libro), Chris Kyle ha voluto raccontarci del suo amore per la Patria, tanto da arruolarsi nei NAVY SEAL, il famoso corpo della Marina statunitense. Ma oltre a questo, ha voluto raccontarci anche i suoi dolori, i suoi sforzi, le sue uccisioni, le difficoltà a tornare un essere umano e a non vedere minacce ovunque, anche in un semplice cane che gioca con il figlio.

Aveva due soprannomi: La Leggenda per i suoi compagni d’armi; al-Shaitan Ramadi (il diavolo di Ramadi) per i suoi nemici, i quali avevano messo una taglia consistente sulla sua testa.

Prima di congedarsi per potersi prendere cura dei suoi figli e di sua moglie, Kyle ha registrato il più alto numero di uccisioni per mano di un cecchino di tutta la storia militare americana.

Questo libro è diventato una sorta di testamento postumo. Purtroppo, Chris Kyle è stato ucciso da un giovane veterano afflitto da disturbo post-traumatico da stress, che lui stesso stava cercando di aiutare.

Le riprese del film sono iniziate il 31 marzo 2014 a Los Angeles, per poi spostarsi in Marocco per alcune parti.

È stato distribuito nelle sale cinematografiche americane prima in modo limitato, il 25 dicembre 2014, poi in maniera più ampia, il 16 gennaio 2015. La MPAA (Motion Picture Association of America) lo ha classificato con la lettera R (restricted) vietando, così, la pellicola ai minori di 17 anni non accompagnati dai genitori.

In Italia è uscito, invece, l’1 gennaio 2015 ed è stato considerato film adatto per tutti.

Non solo in America, però, c’è stata la censura. In molti paesi, a seconda del Paese di distribuzione, il film è stato vietato dai 13 ai 18 anni.

American Sniper ha registrato un successo inaspettato incassando più di 500 milioni di dollari, a fronte dei 60 milioni di budget. Entra così tra i 50 maggiori incassi di sempre in America.

La critica nel recensirlo si è divisa; Rolling Stone addirittura lo ha definito troppo stupido per darsi la pena di recensirlo.

Voi avete visto il film o letto il libro? Io entrambi e devo dire che mi sono piaciuti davvero tanto. 

Annunci
Piaciuto l'articolo? Condividilo!

2 Replies on “[LIBRI, FILM & SERIE TV] American Sniper e il suo adattamento cinematografico

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: