Annunci

[RECENSIONE #28] La distanza tra te e me di Lucrezia Scali

Buon inizio settimana, amici lettori! Come state? Come procedono le vostre letture? Oggi sono qui per parlarvi del romanzo di Lucrezia ScaliLa distanza tra me e te.

Lucrezia Scali | La distanza tra te e me | Newton Compton | € 9,90 | Pag. 288

Isabel abita a Roma, è poco socievole, precisa e abituata a programmare ogni dettaglio della sua vita, non sopporta le sorprese e non le piace cambiare i suoi piani all’ultimo momento. Andreas vive in un piccolo bilocale a Torino, gestisce l’officina del padre, ama la compagnia, il rischio e l’avventura. Due mondi incompatibili, uniti solo da un particolare: la passione per i cani. Ed è proprio quando li accompagnano a una gara che Isabel e Andreas s’incontrano. Quasi per gioco, iniziano a scriversi su Facebook. All’inizio brevi messaggi, che col tempo diventano frecciatine condite da ironia e malizia. E allora innamorarsi sarà un attimo. Sarebbe tutto perfetto, se non fosse che Isabel è sposata e Andreas è fidanzato. Il racconto di un amore scomodo, capace di usare l’autoironia come arma contundente. Perché il lieto fine, se ci sarà, avrà un prezzo per tutti.

LA MIA OPINIONE

Ditemi che c’è un seguito di questo romanzo, ne ho bisogno! Io devo assolutamente sapere come continua questa storia! Mi ha talmente appassionato che l’ho letto in meno di ventiquattro ore.

Isabel è una donna che organizza tutto nella sua vita; ogni cosa è programmata e non le piacciono le sorprese o gli imprevisti. Lei deve avere tutto sotto controllo. È sposata con Mattia, un uomo che purtroppo la lascia spesso sola per dedicarsi al suo lavoro. Fortuna che ha la sua cagnolina, Frida, che le occupa le giornate. Insieme si divertono e si allenano per partecipare alle gare di agility dog.
Andreas, invece, è un ragazzo che non ha mai avuto una relazione seria, prima dell’arrivo di Regina. Ha perso suo padre molti anni prima e ha rilevato la sua officina; cerca di gestirla nel modo migliore e di mandarla avanti nonostante la crisi. Il suo migliore amico è Ulisse, un cane della razza Australian Shepherd, e anche loro partecipano alle gare di agility dog.
Proprio in una di queste gare, Isabel e Andrea si incontrano, o meglio si scontrano. Già dai primi momenti si odiano e quando Andreas la aggiunge su Facebook, lei pensa che abbia proprio una faccia tosta.
Ma da quel momento cambia tutto: se all’inizio i messaggi le risultano fastidiosi, con il passare del tempo diventano necessari. Necessari per passare le giornate, necessari per farle andare bene. E Isabel si rende subito conto di quello che sta succedendo: si sta innamorando e si sente una pessima moglie. Andreas, dal canto suo, si sente a disagio con la sua fidanzata, sa che non si merita questo trattamento, ma quello che prova per Isabel va oltre. Non è stato programmato, anzi… è arrivato come un fulmine a ciel sereno, all’improvviso.
Ma le cose però non sono facili: i loro sentimenti sono reali, ma riusciranno a superare le paure? Se la sentiranno di rischiare e di lasciare ciò che per loro vuol dire sicurezza?

Lo ripeto: ho bisogno di leggere un seguito! Faccio appello alla scrittrice: Lucrezia, non so se ci sia già un continuo di questa storia, ma se così non fosse, ti prego, scrivilo! Non ci puoi lasciare così 🙁

Se ancora non lo avete letto, vi consiglio di rimediare subito. Ho avuto modo di apprezzare questa scrittrice leggendo il suo primo romanzo, Te lo dico sottovoce, e questa è stata per me una conferma. Adoro il suo modo di scrivere, il suo modo di coinvolgerti nella storia… e, devo dire la verità, adoro il fatto che i protagonisti abbiano dei cani. Amo gli animali, ho due cani, mia madre ne ha sei, e quando leggo libri in cui sono protagonisti anche loro, cerco qualcosa che mi faccia pensare ai miei e, quando la trovo, sorrido. E io amo sorridere quando leggo.

E niente… leggetelo appena potete, non ve ne pentirete!

Annunci
Piaciuto l'articolo? Condividilo!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: