[RECENSIONE #35] Ti prego lasciati odiare di Anna Premoli

E se quell’odio nascondesse amore?

Vi parlo oggi del libro di Anna PremoliTi prego lasciati odiare , edito Newton Compton Editori.

Anna Premoli | Ti prego lasciati odiare | Newton Compton | € 5,90 | Pag. 318

Jennifer e Ian si conoscono da sette anni e gli ultimi cinque li hanno passati a farsi la guerra. A capo di due diverse squadre nella stessa banca d’affari, tra di loro la competizione è altissima e i colpi bassi e le scorrettezze non si contano. Si detestano, non si sopportano, e non fanno altro che mettersi i bastoni fra le ruote. Finché un giorno, per caso, i due sono costretti a lavorare a uno stesso progetto: la gestione dei capitali di un facoltoso e nobile cliente. E così si ritrovano a passare molto del loro tempo insieme, anche oltre l’orario d’ufficio. Ma Ian è lo scapolo più affascinante, ricco e ambito di tutta Londra e le sue accompagnatrici non passano mai inosservate: basta un’innocente serata trascorsa a uno stesso tavolo perché lui e Jennifer finiscano sulle pagine di gossip di un giornale scandalistico. Lei è furiosa: come possono averla associata a un borioso, classista e pallone gonfiato come Ian? Lui è divertito, ma soprattutto sorpreso: le foto con Jenny hanno scoraggiato tutte le sue assillanti corteggiatrici. E allora si lancia in una proposta indecente: le darà carta bianca col facoltoso cliente se lei accetterà di fingersi la sua fidanzata. Sfida accettata e inizio del gioco! Ma ben presto portare avanti quello che per Jenny sembrava un semplice accordo di affari si rivela più complicato del previsto.

LA MIA OPINIONE

Anna Premoli ha un seguito di lettrici e lettori molto vasto e ho sempre letto opinioni positive dei suoi libri. Forse è per questo che ci ho messo molto prima di scegliere di leggere questo romanzo. Avevo paura di essermi creata delle aspettative molto alte e che, quindi, sarei potuta rimanerne delusa. Ecco, mi sono proprio sbagliata. Devo dare ragione a tutte le persone che scrivono di lei in maniera positiva: la scrittrice è in grado di tenerti incollata alle pagine del suo libro, in maniera del tutto naturale.

Jennifer Percy e Ian St James lavorano presso la stessa prestigiosa banca: lei è un avvocato fiscalista e lui un economista. Si conoscono da sette anni, ma si sono sempre tenuti alla larga l’uno dall’altra. Fino a quando un cliente, Lord Beverly, li vuole insieme a occuparsi del suo caso. Tutti sanno che non è una buona idea, soprattutto alla luce di ciò che è successo tra di loro.

[…] Dopo un anno di lotte di quartiere la situazione divenne ingestibile: all’inizio cercai di essere superiore a quelle provocazioni e di tirar dritto per la mia strada, ma dopo l’ennesima scorrettezza, volta solo a screditarmi di fronte a un cliente, persi le staffe. Ci affrontammo nel suo ufficio, io gli dissi chiaro e tondo tutto quello che pensavo e lui m’insultò a più non posso.
Finì malissimo. Lasciai che emergesse tutta la rabbia che covavo dopo un anno di litigi e alla fine gli tirai un pugno sul naso. A quanto pare lo feci anche bene, perché Ian ne uscì con il setto nasale rotto e io con una prognosi di una settimana alla mano.
Prima di allora non avevo mai fatto male a un mosca.
L’episodio destò parecchio scalpore e, per cercare di salvare la situazione, l’azienda decise saggiamente che non avremmo dovuto mai più lavorare insieme. A ognuno venne affidato un proprio team, e a quel punto la guerra si spostò sul piano professionale. Ognuno dei nostri gruppi otteneva infatti risultati straordinari cercando di superare l’altro, anche perché di mezzo c’era, a quel punto, lo scettro di “migliore”.
Al momento eravamo bloccati su un costante pareggio.

Si trovano così costretti a dover lavorare di nuovo insieme, obbligati dal loro capo a farlo fuori dagli uffici della banca.
Assistiamo così allo sviluppo del loro rapporto tra ironia, risate, colpi di testa e scambi di opinione non proprio leggeri, ma che vi faranno sorridere.

Ti prego lasciati odiare è un libro leggero, simpatico, frizzante. Credo che non sia facile saper descrivere una scena simpatica e riuscire a farla percepire al lettore, riuscire a farlo ridere immedesimandosi nei personaggi, o almeno non tutti gli scrittori ci riescono. Anna Premoli, invece, è riuscita nell’intento. Vi consiglio di leggerlo perché è un libro in grado di farvi rilassare e farvi divertire. Magari in una giornata in cui tutto è andato storto o qualcuno vi ha fatto arrabbiare, aprite il suo libro e immergetevi nella storia di Jennifer e Ian. Senza neanche rendervene conto, vi sentirete più leggeri e ripenserete spesso alle loro scene, ai loro battibecchi, sorridendo e ringraziandovi per esservi concessi quelle ore di spensieratezza.

Piaciuto l'articolo? Condividilo!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: