[RECENSIONE #41] A Jennifer con amore di James Patterson

Sam e io siamo sedute su una spiaggetta quasi deserta del Lago Michigan, a nord dell’Hotel Drake di Chicago. L’albergo, dove poco fa abbiamo cenato al nostro tavolo preferito, è pieno di ricordi preziosi per entrambe. Questa sera ho bisogno di stare con Sam perché è passato un anno da quando… è successo tutto quello che non sarebbe dovuto succedere. È passato un anno da quando Danny se n’è andato.

James Patterson | A Jennifer con amore | Tea per Corbaccio | € 6,90 | Pag. 237

Quando apprende che la nonna Samantha è stata ricoverata in ospedale, Jennifer si trasferisce nella vecchia casa d’infanzia, una magnifica villa sul lago, per assisterla e starle vicino. Lì trova ad attenderla qualcosa che le cambierà la vita: la nonna le ha lasciato una serie di lettere, attraverso le quali racconta alla nipote la storia della sua vita, una vita ben diversa da quella che tutti hanno conosciuto fino a quel momento. È una storia di intrighi e desideri proibiti, di un segreto di famiglia celato per decenni e soprattutto è la storia dell’amore più grande e intenso che Jennifer abbia mai sentito…

LA MIA OPINIONE

Devo iniziare a pensare che forse nella mia libreria ci siano molti libri che ancora non ho letto, ma che nascondano delle storie bellissime. A Jennifer con amore è uno di quelli: l’ho acquistato talmente tanto tempo fa che non ricordo neanche quando e per quale motivo. Comunque, qualsiasi motivo sia stato, ho fatto più che bene.

Jennifer ha perso l’uomo che amava in un incidente da un anno e il dolore non si è attenuato neanche un po’, tanto da non riuscire ancora a parlarne apertamente. Quando Sam, la nonna, viene ricoverata a seguito di una caduta ed entra in coma, Jennifer rivive l’incubo della perdita di una persona cara; rivive l’angoscia e la sofferenza. Per poterle stare più vicina, si trasferisce nella casa dove passava le sue vacanze estive: una bellissima villa a ridosso del lago. Lì trova un plico di lettere indirizzate a lei: le ha scritte la nonna per raccontarle la storia della sua vita.

[…] Portai la borsa da viaggio al piano di sopra, nella ‘mia camera’ con vista sul lago. Stavo per appoggiarla sul mobiletto con lo specchio quando mi accorsi che era già occupato.
Che cos’era quella roba?
C’erano diverse pile di buste, forse un centinaio di lettere in tutto, o anche di più. Erano in ordine numerico e indirizzate a me.
Il cuore cominciò a battermi forte pensando a quelle lettere. Per anni avevo chiesto a Sam di raccontarmi la sua storia. Volevo conoscerla, e persino registrarla, in modo che anche i miei figli potessero sentirla un giorno. La nonna mi aveva accontentata. Aveva forse intuiti quello che sarebbe successo? Si era sentita poco bene negli ultimi tempi?

Ciò che le ha rivelato già dalla prima lettera lascia Jennifer sconvolta e confusa; non può credere a ciò che ha letto e non riesce a capirne il senso. Sam le ha chiesto solo una cosa: leggere le lettere un po’ alla volta e così lei farà. Le leggerà poche alla volte, per poterla scoprire piano piano e assimilare tutto ciò che le rivela.

Durante questa sua permanenza nella casa d’infanzia, Jennifer incontra (o forse sarebbe meglio dire rincontra) Brendan, un ragazzo con cui passava le sue estati adolescenziali; un ragazzo che oggi la aiuterà, poco alla volta, a superare il dramma e il dolore che la consuma; un ragazzo che riuscirà di nuovo a farla innamorare, a farle aprire il cuore a un nuovo amore.

Ho apprezzato molto la scelta dell’autore di alternare le lettere di Sam alla vita quotidiana di Jennifer: all’inizio ho avuto paura che il loro contenuto sarebbe stato rivelato subito, invece sono rimasta piacevolmente sorpresa quando ho capito che mi sbagliavo.

In questo momento mi trovo nella tua camera, sto guardando il nostro lago dalla finestra e bevendo una tazza di quel tè alla menta che ci piace tanto, felice al pensiero di mia nipote che legge le mie lettere un po’ alla volta, proprio come le scriverò.

Il lettore si ritrova a leggere la storia di Sam come se fosse sua nonna, sorridendo durante alcune descrizioni e indignandosi in altre. La sua semplicità, la sua delicatezza, il suo amore, il suo coraggio nel rivelare determinate cose, la sua forza: tutto traspare dalle lettere, tutto ciò che è Sam, tutto ciò che la farà amare. Il lettore si ritrova anche a essere solidale con Jennifer e a cercare, in qualche modo, di trasmetterle forza, dispiacendosi davvero per lei. L’unica persona che le è vicina è in coma, lotta tra la vita e la morte e l’unica cosa che il lettore si ritrova a fare è sperare per lei e con lei.

È il primo libro che leggo di James Patterson e sono rimasta piacevolmente sorpresa. I personaggio sono ben caratterizzati e li amerete tutti, dal primo all’ultimo con le loro storie e il loro modo di affrontare tutti gli ostacoli che gli si pongono davanti.

Leggetelo e ve ne innamorerete anche voi. Leggetelo e percepirete, come se li stesse toccando con un dito, amore, coraggio e forza. Desideri e segreti che si intrecciano generando una storia degna di essere letta.

Piaciuto l'articolo? Condividilo!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: