Annunci

[OGGI PARLIAMO DI…] Nasceva 115 anni fa George Orwell

George Orwell, all’anagrafe Eric Arthur Blair, è nato il 25 giugno 1903 a Motihari, in India ed è stato uno scrittore e saggista.

Nato in una famiglia di origini scozzesi, appartenente alla borghesia alto-bassa, nel 1904 si trasferisce nel Regno Unito con la madre Ida e le due sorelle Marjorie Frances e Avril Nora, nel Sussex.

Nel 1917 viene ammesso all’Eton Collage che frequenta per quattro anni, e dove ha per insegnante Aldous Huxley, un esponente della letteratura distopica, a cui si ispirerà per scrivere 1984. In questo stesso periodo, stringe amicizia con Cyril Connolly, futuro critico letterario. Nel 1922 lascia gli studi per seguire le orme del padre, funzionario dell’amministrazione britannica in India, e, tornato in India, si arruola nella Polizia Imperiale in Birmania. Il 22 novembre dello stesso anno arriva a Mandalay, sua sede di lavoro, ma l’esperienza si rivela traumatica. Tra il crescente disgusto per l’arroganza imperialista e la funzione repressiva che il suo ruolo gli impone, il 1 gennaio 1928 si dimette. Questa vicenda ispirerà il romanzo Giorni in Birmania.

Sempre nel 1928 parte per Parigi dove, oltre a iniziare a scrivere, lavora in alcuni ristoranti e fa altri lavori umili. Un’esperienza da cui trattà l’opera Senza un soldo a Parigi e a Londra.

Dopo essersi trasferito varie volte e aver svolto vari lavori (recensore, insegnante, critico), il 9 giugno 1936 sposa Eileen O’Shaughnessy, sua compagna da un anno. Proprio lì dove si è sposato, a Wallington, si trova la Bury Farm, la fattoria che, secondo molti, ispirò l’ambientazione de La fattoria degli animali.

Dopo aver preso parte alla guerra civile spagnola ed esserne uscito gravemente ferito, viene rifiutato quando si proprone come volontario per la seconda guerra mondiale.

Nel 1944 termina La fattoria degli animali, ma non viene pubblicato subito per le chiare allusioni critiche allo stalinismo (cliccate QUI per leggere l’articolo dedicato alla censura che ha subito questo romanzo).

Nel 1945, muore la moglie Eileen, durante un intervento chirurgico e, sempre nello stesso anno, Secker & Warburg pubblicano finalmente il romanzo. 

Nel 1947 si trasferisce e stabilisce con il figlio Jura, adottato nel 1944, nell’isola delle Ebridi, sulla costa occidentale scozzese. Malato di tubercolosi, il clima lo costringe a continui ricoveri in ospedale.

Due anni dopo si risposerà con Sonia Bronwell, redattrice in Horizon, e comincerà a revisionare 1984, sua opera più celebre.

Muore il 21 gennaio 1950 per il cedimento di un’arteria polmonare, in un ospedale di Londra. Aveva solo 46 anni.

Annunci
Piaciuto l'articolo? Condividilo!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: