Annunci
[RECENSIONE #53] Non è detto che mi manchi di Bianca Marconero

[RECENSIONE #53] Non è detto che mi manchi di Bianca Marconero

La gente sostiene sempre i sogni, a parole, poi si sorprende se tu continui a inseguirli.

Bianca Marconero | Non è detto che mi manchi | Newton Compton | € 9,90 (cartaceo) – € 5,99 (eBook) | Pag. 351

Fosco è un giovane programmatore con tre grandi passioni: i videogiochi, il parkour e la sua ragazza Gaia. Per sbarcare il lunario collabora con una rivista specializzata. Dopo anni di convivenza, Gaia esige da lui un gesto maturo. Per non deluderla, Fosco pensa di candidarsi per una promozione, sebbene questo significhi aumentare le ore di lavoro e abbandonare definitivamente il videogioco che sta progettando da anni. Mentre lui è alle prese con i suoi dubbi, tutta la redazione è in fermento per l’arrivo di Emilia, una modella star dei social, che collaborerà con la rivista per qualche tempo. Per Fosco la comparsa della popolarissima influencer non è altro che l’ennesima scocciatura, ma una serie di coincidenze inattese porterà i due ad avvicinarsi e a scoprire un’affinità sorprendente… Chi avrebbe mai potuto immaginare che mondi tanto diversi potessero comunicare e capirsi? Più passa il tempo e più Emilia dimostra di essere l’unica persona che sappia vedere Fosco per quello che è davvero, mentre Fosco, superando i propri pregiudizi, riesce a cogliere la vera natura di Emilia. E, per la prima volta nella loro vita, i sogni non sembrano più tanto stupidi, ma straordinariamente realizzabili.

LA MIA OPINIONE

Fosco e Emilia non potrebbero mai essere più diversi: lui è un nerd, appassionato di videogiochi, sportivo e innamorato follemente di Gaia; lei è una influencer famosissima, bella da togliere il fiato, desiderata da tutti gli uomini ma di cui Fosco ignora l’esistenza. L’unica cosa che hanno in comune sono le rispettive famiglie: Fosco appartiene a una famiglia facoltosa, fatta di medici, giornalisti e occupata nel sociale; Emilia, invece, ha la madre che la tratta come una macchina da soldi, non preoccupandosi minimamente dei suoi interessi e deridendola per i suoi fallimenti. Entrambe non danno peso ai sogni nei nostri due ragazzi e li fanno sentire sempre sbagliati, fuori posto.

Quando si incontrano, Emilia e Fosco sono vittime di un malinteso. Lui sta aspettando l’idraulico, lei ha un appuntamento di lavoro. Quando arriva, Fosco è sorpreso di vedere arrivare una donna al posto di un uomo, ma non fa battute perché potrebbero risultare sessiste. Che male c’è se una donna fa l’idraulico? Emilia, invece, lo scambia per il fotografo, si spoglia e rimane in reggiseno e mutande. Ad interrompere la scena quasi surreale arriva Alice, la migliore amica di Fosco nonché la redattrice che dovrà collaborare a stretto contatto con Emilia. Inizialmente la modella considera Fosco un maniaco, una persona che la segue ovunque perché, secondo lei, non possono essere solo coincidenze. Qualcosa comincia a cambiare quando rimangono bloccati in ascensore e ne sono consapevoli entrambi.

Ci scambiamo uno sguardo e ho la strana sensazione che appartenga a un noi che ancora non esiste.

Dopo questo episodio, Fosco decide di uscire prima dal lavoro, tornare a casa e abbracciare la sua amata Gaia. Ma quello che lo aspetta è un qualcosa che non si sarebbe mai immaginato. Sul divano c’è un uomo nudo e la sua ragazza è sotto la doccia. Non c’è bisogno di spiegazioni, la scena è alquanto chiara. Fosco, da quel momento, entra in un tunnel dal quale sembra non riuscire a risalire. Ma, piano piano, si accorge che è proprio Emilia, con le sue premure, le sue attenzioni, ad aiutarlo.

Un romanzo in cui due mondi completamente diversi si scontrano, ma che riescono a convivere insieme. Un romanzo in cui l’amicizia è sempre presente e l’amore nasce piano piano. Un romanzo che ho iniziato ieri, ma che ho letto in 5 ore complessive. Un romanzo che scivola via, rendendo il lettore curioso, speranzoso. Un colpo di scena che sembra cancellare tutto, ma che sarà un’ulteriore prova. Il coraggio di inseguire i sogni, di renderli veri.

Bianca Marconero, con questo romanzo, mi ha di nuovo stupita. Storia originale; personaggi adorabili (io ho adorato Alice – la migliore amica di Fosco -, Alessandro – il loro capo – e i loro battibecchi); reazioni, paure, sensazioni reali. Sono rimasta piacevolmente colpita anche dai ringraziamenti finali, un qualcosa di particolare che non mi era mai capitato di leggere. Il messaggio che mi è arrivato molto chiaro, comunque, è uno: insegui i tuoi sogni, non lasciare che gli altri ti dicano che non li potrai mai realizzare, credici e rendili veri.

Mi auguro che arrivi a un momento della vita in cui avrai coraggio di farti la domanda: da che parte batte il mio cuore, e per che cosa? E a quel punto, quando avrai capito cos’è, ti auguro il coraggio di prendertelo. Perché meriti di essere felice.

Ringrazio infinitamente la casa editrice Newton Compton e l’autrice per avermi inviato la copia cartacea di questo bellissimo romanzo.

Posso dire con assoluta certezza che la Marconero è diventata una garanzia e io vi consiglio di leggerla.

Acquista su Amazon.it

Clicca qui per acquistare il libro tramite il mio link d’affiliazione.

Annunci
Piaciuto l'articolo? Condividilo!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: