Annunci
[RECENSIONE] L’uomo che cambiò il futuro di G. B. Thistle

[RECENSIONE] L’uomo che cambiò il futuro di G. B. Thistle

Ci può essere natura senza uomo, ma non uomo senza natura.

G. B. Thistle | L’uomo che cambiò il futuro | € 7,99 (cartaceo) – € 1,99 (eBook) | Pag. 112

È la mattina del 21 gennaio 2301. Un giorno importante per la storia dell’umanità. L’inaugurazione della prima macchina commerciale per viaggi temporali sta per avere luogo. E Ari, Ted, Liza, Erika e Geno sono tutti in qualche modo coinvolti nell’evento. Ancora non lo sanno, ma presto le loro vicende si intrecceranno fino a diventare una comune corsa contro il tempo, che li trascinerà in un viaggio tra epoche e mondi diversi, zombie e personaggi lontani, atmosfere distopiche e riflessioni filosofiche, nel disperato tentativo di salvare se stessi e il mondo da un terribile destino.

LA MIA OPINIONE

Vi parlerò molto sommariamente della trama perché il libro conta poche pagine e rischierei di fare qualche spoiler. Preferisco soffermarmi sullo stile dell’autore e sul perché io abbia accettato questa collaborazione anche non essendo amante di fantascienza.

I protagonisti sono Ari, Ted, Erika e Geno: un gruppo di ragazzi che vengono dal futuro, precisamente dal 2301, selezionati per fare un viaggio nel tempo. Quello che, però, non sanno è che quel viaggio dovranno farlo da soli perché tutte le persone intorno a loro si sono trasformate in zombie. Si ritrovano così nel 1600 e incontrano Cartesio che sarà molto determinante per la loro missione.

Ho accettato questa collaborazione, nonostante non sia amante del genere, perché ho già avuto modo di collaborare con G. B. Thistle (la sua crime-comedy “La trappola” è una delle migliori letture che ho fatto nel 2018) ed ero sicura che il suo stile, la sua ironia, la sua freschezza e il suo creare intrecci perfetti mi avrebbero fatto apprezzare anche un romanzo così lontano da me. Sono contenta di poter confermare che i dialoghi creati, i personaggi, la storia in sé non hanno deluso le mie aspettative. Quindi, posso dirvi che questo piccolo libro può essere letto sia dagli amanti del genere che non, e ve lo consiglio.

Io ringrazio infinitamente l’autore per avermi proposto questa collaborazione e di aver aspettato un po’ per questa recensione.

Link cartaceo: https://amzn.to/2RArGy8

Link eBook: https://amzn.to/2VxTItj

Annunci
Piaciuto l'articolo? Condividilo!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: