Annunci
[RECENSIONE] La donna perfetta di Magda Stachula

[RECENSIONE] La donna perfetta di Magda Stachula

Non faccio programmi: è come se il domani non esistesse, vivo attimo per attimo; il futuro è avvolto nella nebbia, il passato… preferirei dimenticarlo.

Magda Stachula | La donna perfetta | Giunti | € 19,00 | Pag. 384

Bella, colta, indipendente, Anita ha trent’anni e una vita apparentemente perfetta. Finché il suo matrimonio con Adam non entra in crisi: i due non riescono ad avere un figlio, e poco a poco quello che per Adam è un desiderio, per Anita diventa una vera e propria ossessione. Lavorando su internet, Anita non esce quasi più di casa e passa le giornate cercando online giocattoli e vestitini per il suo bambino. Bambino che però, nonostante le cure per la fertilità consigliate dalla ginecologa, continua a non arrivare. La sua unica distrazione ormai è spiare il mondo esterno attraverso l’occhio delle webcam situate nelle varie città. Intanto Adam, esasperato dagli sbalzi di umore e dagli improvvisi scatti di rabbia della moglie, passa sempre più tempo fuori casa e cerca consolazione altrove. Finché nell’appartamento cominciano a succedere cose strane… Anita trova un vestito nell’armadio che non ricorda di aver mai avuto: è sicura che non sia suo. E di lì a poco, nella sua borsa, compare un rossetto. A chi appartengono quegli oggetti? Suo marito ha portato in casa un’altra donna? Oppure è tutto frutto della sua paranoia, come sostiene Adam? Sta impazzendo, o davvero qualcuno sta tentando di insinuarsi nella sua vita facendo leva sulle sue insicurezze?

LA MIA OPINIONE

Anita e Adam hanno vissuto un amore totale, uno di quegli amori che sei sicuro ti capiti una sola volta nella vita. Purtroppo, però, la loro intesa sembra essere finita: i loro molteplici tentativi di avere un bambino, tutti con esiti negativi, li hanno allontanati. Anita inizia a essere ossessionata da questo: ha un calendario in cui sono appuntati i giorni fertili, e quello che dovrebbe essere un piacere diventa una sorta di lavoro.

Quando una cosa voluta da entrambi, diventa un’ossessione specialmente per una persona, la coppia inevitabilmente ne risente. Infatti, Anita e Adam passano da essere due persone innamorate follemente l’una dell’altro a due persone estranee. Anita non sa neanche che, con la promozione avuta, suo marito Adam inizia la sua giornata lavorativa alle dieci anziché alle otto; Adam, dal canto suo, non immagina minimamente che sua moglie passi le giornate cercando corredini, carrozzine, camerette e tutto ciò che riguarda i bambini, invece di lavorare. Non sa neanche che sua moglie si rilassa spiando la vita delle persone tramite le webcam delle città: la sua preferita è, senza dubbio, Praga e il suo tram che, ormai, conosce benissimo.

Una situazione già così precaria, rischia di crollare definitivamente quando Anita nota oggetti non suoi comparire in casa loro: un rossetto, dei vestiti che lei non comprerebbe mai, addirittura dei topi, la sua fobia più grande. Inizia a sospettare di tutti, dal vicino che le abita sotto a suo marito. Qualcuno è entrato dentro casa loro e sta cercando di farla impazzire, ma chi?

La donna perfetta è un thriller che si legge con facilità, ma che suscita ansia, angoscia, a volte paura, nel lettore. Personalmente, l’ansia mi ha accompagnata dall’inizio alla fine, senza abbandonarmi un secondo. Credo sia il primo libro a suscitarmi quest’effetto continuo e sempre più crescente.

Entrambi i protagonisti mi hanno spesso irritata, ma li ho trovati molto più reali di altri. Purtroppo, quello che non ho trovato reale è stato il finale: troppo lontano dai fatti raccontati. Tutto sommato, essendo una lettura che mi è piaciuta molto, non posso che promuoverlo considerando anche il fatto che si tratta del primo romanzo scritto da quest’autrice.

Prodotto fornito da Giunti Editore.

Link Amazon cartaceo: https://amzn.to/2F98AII

Link Amazon eBook: https://amzn.to/2TxX9D7

Annunci
Piaciuto l'articolo? Condividilo!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: