Annunci
[RECENSIONE] Sadie di Courtney Summers

[RECENSIONE] Sadie di Courtney Summers

Come perdoni le persone che dovrebbero proteggerti? A volte non so cosa mi manchi di più: tutto ciò che ho perso o tutto ciò che non ho mai avuto.


Courtney Summers | Sadie | Rizzoli | € 17,00 | Pag. 366

Quando il popolare conduttore radiofonico West McCray riceve una telefonata da una donna che lo implora di cercare Sadie Hunter, diciannove anni, scomparsa da alcuni mesi, l’uomo non è davvero convinto che quella sarà una storia da raccontare: è tristemente consapevole che di ragazze scomparse ce ne siano molte, troppe, ogni giorno. Ma quando viene a sapere che Sadie si è allontanata da casa dopo il brutale omicidio irrisolto della sorella Mattie, tredici anni, parte alla volta di Cold Creek, Colorado, per cercare di saperne di più.Sadie non ha idea che la sua storia stia per diventare il soggetto di un podcast di successo seguito da una costa all’altra degli Stati Uniti. Tutto ciò che vuole è vendetta: armata di un coltello a serramanico e del suo lacerante dolore, Sadie colleziona una serie di confusi indizi che seguono le tracce dell’uomo che è convinta abbia ucciso la sorella.Mentre West ricostruisce il viaggio di Sadie, ritrovandosi sempre più coinvolto dalla storia della ragazza e ossessionato dal pensiero di ritrovarla, un mistero inquietante comincia a prendere forma e a svelarsi. Riuscirà West a ricomporre il puzzle della verità prima che per Sadie sia troppo tardi? Alternando le puntate del podcast alla lucida voce di Sadie, che racconta in prima persona la sua caccia all’uomo, Courtney Summers ci regala una storia struggente che resta sulla pelle ben oltre la sua ultima pagina.

LA MIA OPINIONE

Sadie ha sempre avuto un’infanzia difficile, anche prima dell’arrivo di Mattie. Indesiderata da sua madre, comincia a vedere uno spiraglio di luce solo dopo la nascita della sorellina.
Vicino a Cold Creek, in Colorado, in una roulotte affittata da May Beth che è per loro come una nonna.
Quando la loro madre decide di abbandonarle, Sadie dedica la sua intera esistenza a Mattie, facendo di tutto – tutto ciò che è in suo potere – per non far sentire alla piccola la mancanza di Claire. Ma Mattie cresce e i contrasti sono inevitabili.

L’omicidio di Mattie, rimasto senza colpevole, distrugge Sadie ed è la causa della sua fuga e della sua sparizione. Lei sa chi è l’assassino e vuole ucciderlo con le sue stesse mani, visto che la polizia non è riuscita a concludere nulla.

Sto per uccidere un uomo.
Sto per spegnere la luce nei suoi occhi. Voglio vederla svanire. Non si dovrebbe rispondere alla violenza con altra violenza, ma a volte penso che sia l’unica risposta. È quello che ha fatto a Mattie, quindi è quello che merita.

May Beth decide di contattare una radio per far conoscere la loro storia e per poter ritrovare Sadie. Nasce così il podcast intitolato Le ragazze, condotto da West McCray. Il radiofonico si ritrova a condurre delle indagini e, anche se questo progetto lo inquieta, comincia a seguire le tracce lasciate da Sadie, durante la sua fuga, per vedere dove l’hanno condotta e sperare di trovarla ancora in vita.

Quello che emerge dalla lettura di Sadie è un libro pieno di dolore, rabbia, sofferenza, abbandono, violenza, vendetta, voglia di giustizia. Un libro che fa male; un libro che ti rimane dentro; un libro in cui vorresti entrare per abbracciare la protagonista e non lasciarla più; un libro che fa riflettere. Il dolore provato da Sadie è lo stesso dolore che prova il lettore mentre legge la sua storia; la sensazione di abbandono ti si attacca alla pelle.

Con un ritmo incalzante, i capitoli scorrono veloci: da una parte abbiamo il radiofonico e seguiamo, tramite lui e May Beth, tutte le varie interviste agli abitanti di Cold Creek, la sua infanzia e il suo rapporto con sua madre e sua sorella; dall’altra abbiamo Sadie, la sua estenuante ricerca dell’assassino – che viene svelato quasi subito -, la sua sofferenza, i suoi sentimenti, la sua vergogna nell’essere una balbuziente. Conosciamo così anche verità nascoste e inquietanti, verità che fanno male e ti rimangono impresse. Esattamente come ti rimane impresso questo libro: particolare, per la scelta della narrazione, e doloroso per la storia raccontata.

Per alcune persone il futuro che ci aspetta è un’opportunità. Per altre è solo un periodo che non hai vissuto e dove abitavo io, era solo tempo. Non sprechi fiato cercando di proteggerlo. Ti limiti a sopravvivere fino al giorno in cui non ce la fa più.

Prodotto fornito da Rizzoli

Link Amazon cartaceo: https://amzn.to/31uqpup

Link Amazon eBook: https://amzn.to/2AtTXMP

Annunci
Piaciuto l'articolo? Condividilo!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: