Annunci
[RECENSIONE] Non ti perdere di Giada Fariseo

[RECENSIONE] Non ti perdere di Giada Fariseo

Quando si è giovani, non ci si pensa, ma prima o poi la vita ci mette davanti a delle scelte, alcune difficili altre assai più facili da gestire; alla fine dovrai fare i conti con te stessa e scegliere la tua strada.

Giada Fariseo | Non ti perdere | Lettere animate | € 14,99 | Pag. 414

Tea è una studentessa-lavoratrice prossima alla laurea, con le idee ben chiare su ciò che vuole, o almeno così sembrerebbe. Ancora non sa che la sua vita sta per essere travolta da una serie di avvenimenti e dall’incontro con due ragazzi che, in modi diversi, risveglieranno il suo lato più istintivo. Intanto il destino le offre un’occasione irripetibile: un viaggio Oltreoceano per completare la sua tesi sui relocation centers americani. La sua storia andrà ben presto a intrecciarsi a quella di una famiglia di nisei e al dramma da loro vissuto durante la Seconda Guerra Mondiale. Tea aggiungerà quindi ai propri un nuovo obiettivo, il più importante: trovare risposte a un dubbio durato decenni, cercando di non perdersi dentro un finale tutt’altro che scontato.

LA MIA OPINIONE

In procinto di laurearsi, Tea decide di basare la sua tesi su Manzanar, un campo di internamento dove – durante la Seconda Guerra Mondiale – sono stati rinchiusi più di diecimila nisei, cittadini giapponesi-americani. Una sorte di prevenzione dopo l’attacco da parte del Giappone a Pearl Harbor.
Incuriosita da questa storia che non aveva mai sentito nominare, nonostante il suo percorso di studi lo prevedesse, vuole andare a fare delle ricerche in loco. Infatti, in rete, non riesce a trovare molte informazioni e volare negli Stati Uniti, visitare quei luoghi e vedere con i propri occhi quello che è il passato, la aiuterebbe a fare una tesi completa.

Non ti perdere racconta una storia realmente accaduta, ma sconosciuta alla maggior parte delle persone. Giada Fariseo usa uno stile semplice, fluido e, anche grazie al bilanciamento di descrizioni e dialoghi, la lettura procede veloce.

 I personaggi sono ben caratterizzati e se, inizialmente, Tea – la protagonista – risulta antipatica, piano piano le sue fragilità vengono a galla. Ha un passato difficile, caratterizzato anche da un incidente che ha cambiato tutti i suoi programmi.

Dietro questo romance-storico, c’è dello studio e si percepisce. L’autrice, infatti, ha realmente fatto delle ricerche in loco, in Sierra Nevada, e ha basato la sua tesi sui relocation center americani.

La storia è veramente interessante ed è un peccato che non se ne senta parlare, ma ho avuto qualche perplessità alla fine della lettura che non riguarda, però, la parte storica, ma bensì quella romance. Tralasciando il finale che mi ha lasciato l’amaro in bocca, quando ho accettato questa collaborazione credevo che la parte storica fosse dominante e che le storie d’amore facessero solo da sfondo. Mi sono ritrovata, invece, ad affrontare tutta la prima parte, incentrata per il 99% sulla storia di Tea e Tia – un ragazzo dagli occhi ghiaccio conosciuto in palestra. Un continuo chiedermi quando si sarebbe parlato di Manzanar e dei relocation center.

Chiarisco una cosa: io i romance li leggo – anche se non sempre – e mi piacciono, ma quando lo faccio so già quello che andrò a leggere. In questo caso, invece, ero curiosissima di scoprire quella parte di storia che, però, mi ha dato la sensazione di essere passata in secondo piano.

Lo consiglio a chi i romanzi storici li evita: essendo, come detto prima, dominante la parte romance, quella storica non risulta pesante o noiosa. Non lo consiglio, invece, a chi i romance li evita come la peste: qui è presente e non poco e, se i romanzi rosa non fanno per voi, automaticamente questo libro non fa per voi.

Ringrazio l’autrice per aver portato alla luce questa realtà: mi ha consentito di ampliare le mie conoscenze e di documentarmi sui relocation center americani.

Prodotto fornito da Giada Fariseo.

Link Amazon cartaceo: https://amzn.to/333dwHV

Link Amazon eBook: https://amzn.to/2McGYEP

Annunci
Piaciuto l'articolo? Condividilo!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: