[RECENSIONE] La misura imperfetta del tempo di Monica Coppola

[RECENSIONE] La misura imperfetta del tempo di Monica Coppola

Sfogliò il giornale, ci rivide i cerchi di parole che si confondevano le une con le altre. Pensò che lei, sua figlia e sua nipote erano come quelle parole, nate dalla stessa radice e poi bombardate da altre, fino a smarrirsi dentro un caos in cui non riuscivano più a ritrovarsi.

Monica Coppola | La misura imperfetta del tempo | Las Vegas edizioni | 
€ 14,00 | Pag. 221

Una famiglia, tre donne di tre generazioni diverse e un vecchio segreto che sta per essere rivelato. Mia ha ventidue anni e lotta perennemente con ansie e insicurezze. È cresciuta nella periferia torinese con i nonni materni, senza sapere nulla dell’identità del padre. La nonna, Zita, è vivace e dinamica ma ora deve superare il lutto per la recente morte del marito. La madre, Lara, ha anteposto la carriera all’istinto materno e vive a Milano dove coltiva ambizioni e amanti conosciuti online. Durante una vacanza alle terme, Zita incontra Santo, accetta il suo corteggiamento e ricomincia a vivere. Questa sua scelta destabilizza Mia che, ancora legata al ricordo del nonno, inizia a ostacolare la relazione. E riporta Lara a Torino, per capire cosa stia succedendo tra nonna e nipote. Quando le tre si ritrovano, il confronto sfocia in un aspro litigio, ma la verità sul padre di Mia, che Lara ha tenuto nascosta a tutti per più di vent’anni, sta finalmente per venire a galla.

LA MIA OPINIONE

La misura imperfetta del tempo: un titolo così perfetto per questo romanzo. Il tempo che scandisce le vite delle tre protagoniste è, infatti, imperfetto per loro, per la loro età: Zita, la nonna, è vedova da sei mesi e si reca ogni giorno al cimitero da suo marito; obbligata da sua nipote ad andare alle terme, per reagire a questo dolore, conosce Santo e la sua vita sembra rivivere una seconda giovinezza. Lara, la mamma, dovrebbe essere una donna matura, responsabile di sua figlia, ma nei suoi pensieri ci sono solo la carriera e il sesso occasionale consumato in una stanza di un motel, con persone conosciute sui social. Mia, rispettivamente nipote di Zita e figlia di Lara, invece, ha ventidue anni e dovrebbe trovarsi in quella fase della vita spensierata, divertente; quella parte di vita che una persona dovrebbe godersi al massimo. Quello che, però, emerge è che viva un’età che non le appartiene, intrappolata in una lavoro che non le piace, in un posto che non le piace. Ansiosa, misofobica, asfissiante. Così opprimente che anche sua nonna, con la quale è cresciuta, cerca di evitarla. Anche il lettore prova la sensazione di soffocamento, come Zita, in alcune situazioni.

Sembra siano tutte e tre imprigionate in un tempo non loro, e questo loro modo diverso di vivere aggiunge delle crepe a dei rapporti già incrinati. Crepe che sembra impossibile risanare.
Quello che Mia e Zita non sanno e non immaginano è che Lara custodisca un segreto da più di vent’anni, un segreto che le toglie il respiro e le provoca dolore solo a pensarci. Un segreto che le lega tutte e tre e che ha determinato e condizionato tutta la loro vita. Ora, però, non è più possibile nasconderlo, non dopo quello che Lara ha scoperto. Anche se la sofferenza è insopportabile.

Le cose belle te le devi prendere quando arrivano e devi imparare a lasciarle andare quando se ne vanno.

La misura imperfetta del tempo è un romanzo che di imperfezioni non ne ha. Un romanzo di formazione, con al centro la vita di tre donne, di una famiglia, di un segreto. Una storia vera, credibile, con personaggi ben caratterizzati, ben delineati. Personaggi con cui il lettore prova empatia (chi prima, chi dopo) e che sono talmente reali – con i loro pregi e i loro difetti – che non si può far altro che amarli (la nonna vi ruberà il cuore fin dalle prime pagine!). Personaggi che subiscono un’evoluzione durante tutta la narrazione, che crescono, che maturano. Il tutto raccontato con uno stile sciolto, coinvolgente, trascinante, che fa provare al lettore la sensazione di casa.

Questo romanzo arriva dritto al cuore del lettore ed è destinato a restarci per molto, molto tempo.

Gifted by Las Vegas edizioni

Link Amazon cartaceo: https://amzn.to/2RnGiRk

Link Amazon eBook: https://amzn.to/2Psy6N5

Piaciuto l'articolo? Condividilo!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: